07/07/2004 | segnalazione | PDF | stampare | 

Donneloye

Com. VD, distr. Yverdon dal 1798; (1150 ca.: Donnolui). Situato sulla riva destra della Mentue, comprende il villaggio di D. e alcune frazioni. Pop: 80 fuochi nel 1416, 36 nel 1453, 165 ab. nel 1764, 282 nel 1850, 382 nel 1900, 245 nel 1970, 320 nel 2000. Dal XII sec. D. costituì una signoria, che nel 1380, con l'estinzione della fam. de D., venne divisa in diverse parti. Nel 1652 i Loys-Villardin riuscirono a possedere quasi la totalità della signoria, che nel 1711 cedettero ai Bernesi, già proprietari di una residenza signorile nel villaggio. Sede di una corte di giustizia locale (castellania), D. fece parte del baliaggio bernese di Yverdon. Il com. era gestito dall'assemblea dei membri della comunità. La chiesa di Nostra Signora fu fondata nel XII sec.; il capitolo di Losanna possedeva il diritto di proporre il parroco, il vescovo di nominarlo. Trasformata nel 1664, la chiesa fu ricostruita nel 1903, ma vennero conservati il portale, il pulpito e una campana del 1496. La casa parrocchiale risale al 1712. Dalla Riforma la parrocchia comprende la filiale di Bioley-Magnoux e i villaggi di Mézery-près-D., Chanéaz e Prahins. Nel XIX sec. D. rafforzò la sua vocazione di grosso villaggio agricolo situato all'incrocio delle strade Yverdon-Moudon e Yvonand-Bercher. L'edificio che ospita la scuola risale al 1894.


Bibliografia
– P. Aebischer, «Sur les noms de lieu composés de "domus" et d'un vocable hagiographique et singulièrement sur "Donneloye" et "Donatyre"», in RSS, 1936, 37-63
– H. Herzig, L. Vuille, Yverdon et son district raconté par la carte postale (1895-1925), 1982
– M. Fontannaz, Les cures vaudoises, 1986, 119-123

Autrice/Autore: Philippe Heubi / czu