Belmont-sur-Yverdon

Com. VD, distr. Yverdon; (1154: castrum Bellimontis; 1220: burgum Bellimontis). Comprende la frazione di Le Villaret (1164: Villars-Frelon). Pop: 31 fuochi nel 1409, 25 nel 1550, 249 ab. (52 fuochi) nel 1764, 387 nel 1850, 373 nel 1900, 395 nel 1910, 289 nel 1950, 190 nel 1990. Il villaggio Ŕ nato da un borgo fortificato situato di fronte al vecchio castello di Belmont, al centro della signoria. Un mercato settimanale Ŕ attestato nel 1220; il villaggio ottenne franchigie prima del 1367. I syndics, menz. dal 1393, amministravano i beni dei cittadini e ne erano i rappresentanti. Nel 1433 B. figurava ancora tra le bonnes villes del Paese di Vaud; poi conobbe una progressiva decadenza, e nel XVI sec. era ormai ridotto al rango di villaggio. Le Villaret, eretto a feudo nobile da Jolanda di Savoia per Claude d'Arnex, suo castellano di B. nel 1477, venne convertito da Berna in feudo rurale nel 1752; la comunitÓ, costituita nel 1404 da sei fuochi, era scomparsa nel 1550, annessa a B. Sotto il regime bernese B. fu sede di una castellania (corte di giustizia) del baliaggio di Yverdon. B. ha sempre fatto parte della parrocchia di Gressy, ma nel ME possedeva una cappella dedicata a S. Nicolao; dal 1406 Ŕ menz. la confraternita del S. Spirito (con Gressy). Nel 1803 il villaggio Ŕ divenuto capoluogo di circ. I beni comuni, fino ad allora indivisi con Gressy, furono spartiti nel 1813. A B. vi sono una casa com. (dal 1820), una scuola (dal 1880) e un ufficio postale (dal 1886); l'osteria del villaggio Ŕ stata chiusa nel 1969 e la drogheria nel 1984. Nel 1990 una ventina di fam. vivevano ancora di agricoltura; ricomposizioni parcellari sono state effettuate nel 1919-21, 1949 e 1970.


Bibliografia
– O. Dessemontet, La seigneurie de Belmont en Pays de Vaud, 1955

Autrice/Autore: Olivier Dessemontet / ebe