22/07/2014 | segnalazione | PDF | stampare

Chardonne

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da immagini. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

Com. VD, distr. Vevey dal 1798, il cui territorio si estende dal Lemano al Mont-Pèlerin; (1001: Cardona). Pop: 561 ab. nel 1764, 693 nel 1798, 998 nel 1850, 1011 nel 1900, 1154 nel 1950, 2601 nel 2000. Sono state rinvenute vestigia neolitiche, una necropoli dell'età del Bronzo e una tomba dell'alto ME. Di proprietà dell'abbazia di Saint-Maurice fino al 1079, C. fu poi integrato nella grande parrocchia di Corsier, che apparteneva al vescovado di Losanna. In seguito C. divenne feudo della fam. de Blonay, che nel 1226 ne infeudò una parte all'abbazia di Hautcrêt e nel 1284 un'altra ai signori d'Oron. Dal 1536 al 1798 C. fece parte del baliaggio di Losanna; dal 1706-07, tuttavia, dipese per le questioni di diritto civile dal baliaggio di Oron. C. aveva un consiglio locale di sei membri ed era rappresentato nel Consiglio dei Dodici della comunità (commune générale) di Corsier (oggi Corsier-sur-Vevey) da cinque Consiglieri. Il com. politico fu creato nel 1798, ma la spartizione dei beni della commune générale di Corsier ebbe luogo solo nel 1816. La cappella di S. Giovanni Battista, menz. dal 1419, ampliata nel 1671 e nel 1746, rimase annessa alla parrocchia di Corsier (rif. nel 1536) fino al 1864, poi divenne parrocchiale. Un convento di monache premonstratensi nella frazione di Rueyres, menz. poco prima del 1140, fu sostituito fra il 1193 e il 1210 da una comunità maschile. Nel com. si praticano l'agricoltura e la viticoltura, che nel 2000 occupavano il 13% degli attivi. Nel XX sec. sono stati aperti alcuni alberghi (funicolare Vevey-Mont-Pèlerin, 1900) e si sono sviluppati quartieri residenziali destinati ai numerosi pendolari impiegati a Vevey e Losanna.


Bibliografia
– N. Backmund, Monasticon Praemonstratense, 1, 1983, 468
– J.-P. Verdan, Chardonne en effeuillant l'histoire, 1997
HS, IV/3, 495-500

Autrice/Autore: Elisabeth Salvi / pre