23/06/2009 | segnalazione | PDF | stampare | 

Abbaye, L'

Com. VD, distr. La Vallée. Situato sulla riva orientale del lago di Joux, tra 1000 e 1600 m, oltre al villaggio di A., comprende quelli di Le Pont e Les Bioux, e alcune frazioni. Pop: 917 ab. nel 1764, 1018 nel 1850, 1350 nel 1900, 1'304 en 2000. Il territorio, che in origine faceva parte del territorio dell'abbazia del lago di Joux, fu in seguito sottoposto all'autorità bernese (1536) e annesso al baliaggio di Romainmôtier. Il com. fu creato nel 1571, e A. venne così separato dal com. di Le Lieu, che comprendeva fino ad allora tutto il territorio della valle di Joux; nel 1798 venne annesso al distr. di La Vallée. Fino al 1798 il com. fu amministrato dal Consiglio dei Dodici e dal Consiglio dei Ventiquattro. La costruzione più antica esistente è la torre Aymon, eretta dopo il 1331. La chiesa fu elevata al rango di parrocchiale nel 1543, dopo la Riforma; l'edificio attuale risale al 1865. Nella regione, le attività industriali iniziarono già alla fine del XV sec., con l'installazione di forge, magli, frantoi e segherie lungo il corso del fiume Lionne; soltanto le segherie sono ancora in attività. Una ferriera del 1481, un altoforno, attivo dal 1557 fino agli inizi del XVIII sec., e piccole aziende per la lavorazione artigianale dei metalli, sorte a partire dal 1650, precedettero l'avvento dell'orologeria. La produzione a domicilio di orologi, iniziata verso la metà del XVIII sec., cedette il passo alla produzione in fabbrica solo verso la fine del XIX sec.

Il villaggio di A., centro amministrativo e nel contempo frazione del com., contava 266 ab. nel 1764 e 252 nel 1990. Sviluppatosi a partire dalla Riforma sulle vestigia dell'antico convento premostratense, l'abitato di A. fu devastato da numerosi incendi, l'ultimo dei quali nel 1966.


Bibliografia
– C.-E. Rochat, L'Abbaye 1571-1971, 1971
– P.-L. Pelet, Fer, charbon, acier dans le Pays de Vaud, 2, 1978; 3, 1983
– S. Aubert, Villages et hameaux, 1, 1983

Autrice/Autore: Rémy Rochat / ebe