Mont-sur-Rolle

Com. VD, distr. Nyon; (tra il 994 e il 1031: Monte). M. comprende il villaggio omonimo e diverse frazioni nella zona viticola (L'Abbaye, Crochet, Germagny, Haute-Cour, Mont-Dessus). Pop: 414 ab. nel 1764, 673 nel 1850, 683 nel 1900, 684 nel 1950, 1035 nel 1980, 1796 nel 2000. Nel ME fu il centro della signoria di Mont-le-Grand e la sede dei signori de Mont. I conventi di Romainmôtier e Bonmont vi detenevano beni immobili. Nel 1405 M., Germagny e Haute-Cour formavano certamente tre diverse entità territoriali che, dal XVI sec., iniziarono a organizzarsi in com. (cimitero, palazzo com., cappella). Governato da un Consiglio di nove membri, durante l'ancien régime M. fece parte del baliaggio di Morges (1539-1798) e in seguito fu attribuito al distr. di Rolle (1798-2006). Il com. formò inizialmente una parrocchia con Perroy; dopo la Riforma divenne una filiale di Gimel (fino al 1621) e poi di Rolle. La viticoltura costituì sempre la principale ricchezza di M. (nel 2000 esistevano 32 aziende su 270 ettari di vigneti); nel 1941 fu fondata la soc. cooperativa viticola. Dagli anni 1980-90 M. ha conosciuto uno sviluppo residenziale.


Bibliografia
– G. Rochat, Histoire de Mont sur Rolle, 1968

Autrice/Autore: Germain Hausmann / vfe