Luins

Com. VD, distr. Nyon; (1115: Luins). Situato nella regione viticola di La Côte, comprende il villaggio lungo la strada di L., la frazione di Combes, numerose case isolate e una parte dell'antico com. di Le Vernay. Pop: 154 ab. nel 1764, 180 nel 1850, 266 nel 1900, 231 nel 1950, 226 nel 1980, 322 nel 2000. Durante la divisione della signoria di Prangins, intorno al 1234, a un ramo dei de Cossonay venne attribuito L., cui competeva la fornitura di vino. Nel 1398 Jeanne de Cossonay accordò alcune franchigie a L., che passò poi ai signori di Mont-le-Vieux e nel XVII sec. alla fam. von Wattenwyl. La chiesa di S. Pietro (cit. dal XII sec., ricostruita nel 1674, restaurata nel 1896-97 e nel 1952-53) apparteneva al priorato di Payerne. Dopo la Riforma divenne una filiale di Begnins. Durante il dominio bernese L. dipendeva dal baliaggio di Nyon, ma la giustizia era amministrata a Rolle, dove il com. inviava un giudice. L. era governato da un consiglio di sei membri. Dal 1798 al 2006 il com. fece parte del distr. di Rolle. Il castello (XVII-XVIII sec.) fu costruito con materiali provenienti dal borgo medievale. Verso la fine del XIX sec. fu creato un consorzio scolastico con Vinzel. Dal 1929 si procedette a una ricomposizione parcellare. Benché sia attraversato dall'autostrada Ginevra-Losanna, il com. è rimasto viticolo e agricolo e ha conosciuto un certo sviluppo residenziale.


Bibliografia
Luins par ses habitants, 1988
– M. Grandjean, Les temples vaudois, 1988, 95 sg.

Autrice/Autore: Germain Hausmann / frm