18/09/2007 | segnalazione | PDF | stampare | 
No 2

Grasser, Johann Jakob

nascita 24.2.1579 Basilea,morte 20.3.1627 Basilea, rif., di Basilea. Figlio di Jonas, pastore rif. ∞ (1610) Margreth Weitnauer, figlia di Johann Friedrich, scoltetto della Piccola Basilea. Dopo gli studi di teol., si occupò di poesia, scienze naturali e geografia, ottenendo il magister artium e il titolo di poeta laureatus a Basilea (1601). Compì viaggi attraverso la Svizzera e l'Europa (1603-08). A Nîmes fu autore di un'opera più volte pubblicata sulle antichità romane del luogo e venne nominato conte palatino a Padova dal commissario imperiale Ferrandus Amadi (1607). Pastore a Bennwil e a Hölstein (1610-12), fu diacono della chiesa di S. Teodoro nella Piccola Basilea (1612-27). Studioso polivalente e cosmopolita, curò molte edizioni e traduzioni: oltre a scritti calvinisti moderati, pubblicò altri scritti teol. e storici, tra cui voluminose descrizioni di viaggi e lo Schweitzerisch Heldenbuoch [...] (1624; ristampato in facsimile nel 1968), poco importante dal punto di vista storiografico, ma precursore dei tempi per l'approccio critico verso la sua epoca.


Bibliografia
– A. R. Weber, «J. J. Grasser (1579-1627)», in BZGA, 89, 1989, 41-133 (con bibl.)

Autrice/Autore: Karin Marti-Weissenbach / jpb