Sacrificio quaresimale

La direzione nazionale dell'ass. giovanile Jungwacht, guidata da Meinrad Hengartner, decise nel 1957 di dedicare il venticinquesimo anniversario alla missione nel mondo. L'ampio successo dell'anno missionario 1960-61, che permise di raccogliere ca. 17,5 milioni di frs., incit˛ gli organizzatori a proseguire l'azione nel 1962 con il nome di Sacrificio quaresimale dei catt. sviz. L'obiettivo centrale fu quello di creare i presupposti per un nuovo approccio alla Quaresima. L'idea della condivisione venne accolta favorevolmente e condusse a una migliore comprensione delle regioni pi¨ povere del mondo e alla collaborazione con l'opera evangelica Pane per i fratelli (Pane per tutti). Inizialmente il ricavato delle collette veniva suddiviso equamente tra l'aiuto in Svizzera e le missioni all'estero, ma dal 1970 la quota destinata alla missione nel mondo e all'aiuto allo sviluppo Ŕ stata portata a due terzi. Dal 1962 il Sacrificio quaresimale ha sostenuto pi¨ di 19'000 progetti con oltre 700 milioni di frs. Il Sacrificio quaresimale Ŕ assieme a Swissaid e Pane per tutti membro della comunitÓ di lavoro delle opere assistenziali. Gestito da laici, ha la sua sede a Lucerna.


Bibliografia
– U. Altermatt, J. Widmer, Das schweizerische Missionswesen im Wandel, 1988
– H. Vogel, Busse als ganzheitliche Erneuerung, 1990

Autrice/Autore: Alois Steiner / sma