Vorwärts

Nell'ambito del movimento operaio intern. Vorwärts (in it. "avanti") era un nome molto popolare, adottato sia per istituzioni, come la cooperativa di consumo socialista Vorwärts a Berna, sia per periodici. Nel 1876 a Basilea furono stampati alcuni numeri di un Vorwärts che, benché rivolto agli operai, non aveva legami con il loro movimento. Dal settembre del 1893 un Vorwärts, sostenuto spec. dall'Unione operaia, sostituì il suo organo precedente, il Basler Arbeiterfreund; entrato in crisi già nel 1897, venne rimpiazzato dal Basler Vorwärts. Nel 1921 quest'ultimo, in seguito alla divisione del PS, passò nelle mani del PC, che continuò a pubblicarlo fino al 1936 e lo riunì poi a Der Kämpfer (Zurigo), dando vita alla Freiheit. Nel 1944 apparvero alcuni numeri illegali di una testata intitolata Vorwärts. Il PdL sviz. pubblicò, dalla fine di marzo del 1945, dapprima un settimanale e poi, dalla fine del 1945 al 1954, un quotidiano con lo stesso nome. Stampato prevalentemente a Ginevra, conobbe un certo successo nell'immediato dopoguerra, per poi perdere progressivamente di importanza dopo il 1956. Un tentativo di renderlo indipendente dal PdL fallì tra il 2005 e il 2006.


Bibliografia
– W. Haeberli, «Die sozialdemokratische Presse in Basel bis zum 1. Weltkrieg», in Basler Stadtbuch 1970, 1969, 69-107

Autrice/Autore: Bernard Degen / uba