No 4

Hofmann, Augustin

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 1556 Einsiedeln, morte 2.3.1629 Einsiedeln, catt. Figlio di Andreas, insegnante e preside di scuola a Baden, poi docente alla scuola dell'abbazia di Einsiedeln, e di Anna Ochsner. Professo nel 1572, fu ordinato sacerdote nel 1579. Sottopriore (1584), decano (1585) e per molti anni organista dell'abbazia di Einsiedeln, fu eletto abate nel 1600. Sotto di lui venne riformata l'amministrazione dell'abbazia e fu consolidata la vita monastica (preghiere corali, rispetto della clausura). Contribuì in misura determinante alla fondazione della Congregazione benedettina sviz., avvenuta nel 1602 ad Einsiedeln. Nella veste di visitatore concorse al rinnovamento di numerosi monasteri (fra cui quelli di Münsterlingen e di S. Pietro a Svitto). L'elevazione dell'abate di Einsiedeln al rango di vescovo della Svizzera centrale, appoggiata dal nunzio Fabrizio Verallo, fallì a causa della ferma opposizione del vescovo di Costanza (1608-09). H. sostenne la biblioteca dell'abbazia e nel 1602 fece costruire il primo edificio ad hoc. Nel 1623 acquisì per l'abbazia le signorie di Gachnang e Freudenfels in Turgovia.


Bibliografia
– R. Henggeler, «Fürstabt A. I. Hofmann», in MHVS, 68, 1976, 65-96
HS, III/1, 575 sg.

Autrice/Autore: Albert Hug / rza