01/12/2010 | segnalazione | PDF | stampare | 

Rogivue, La

Ex com. VD, distr. Lavaux-Oron, dal 2003 parte del com. di Maracon; (1256: Rubea aqua). Confinante con il cant. Friburgo, il villaggio costituì un com. unico con La Rougève (FR) fino al 1771, quando le parti catt. e rif. si separarono e quest'ultima prese il nome di R. Pop: 5 fuochi nel 1680, 49 ab. nel 1803, 81 nel 1850, 72 nel 1900, 64 nel 1950, 43 nel 1980, 72 nel 2000. Nel XII sec. R. apparteneva ai signori omonimi. Nel 1300 Jacques de Castel e sua moglie, figlia di Rodolphe de R., cedettero il villaggio ai signori d'Oron. R. fu poi integrato nel baliaggio bernese (1557-1798) e nel distr. (1798-2006) di Oron. Fece capo alla parrocchia di Saint-Martin (FR) fino alla Riforma, quando venne assegnato alla comunità rif. di Châtillens. Dal 1685 continuò a dipendere da quest'ultima unicamente per le questioni amministrative e la borsa dei poveri, mentre sul piano spirituale il villaggio fu assoggettato a Palézieux, cui venne completamente assegnato nel 1838. Diverse terre tra R. e La Rougève rimasero indivise fino al 1838. La torbiera, sfruttata dall'inizio del XIX sec. al 1969 (in maniera molto intensiva negli anni 1914-23 e 1943-46) e acquistata da Pro Natura nel 1974, è una palude di importanza nazionale e una riserva faunistica cant. Dedito all'agricoltura mista, il villaggio conosce uno sviluppo residenziale dall'apertura dell'autostrada A12.


Bibliografia
– C. Pasche, La contrée d'Oron, 1895 (rist. 1991)
– J.-L. Moret, «La tourbière des Mosses, près La Rogivue (VD)», in Bulletin du Cercle vaudois de botanique, 34, 2005, 55-60

Autrice/Autore: Olivier Frédéric Dubuis / ddo