No 1

Fodiga, Gaspare

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita nella seconda metÓ del XVI sec. a Mesocco, morte 1624 Checiny (Polonia centrale), catt., di Mesocco. ∞ (1600/01) Zuzanna Grodzanovi. Da Mesocco, dove risulta attestato fino al 1596, F. partý con il fratello Sebastiano per la Polonia, dove inizialmente lavor˛ come architetto e scultore al servizio del principe Mikolaj Radziwill. Responsabile di un'importante bottega di marmi e sculture a Checiny, fu uno dei principali propagatori delle forme protobarocche in Polonia. Fra le sue opere, per buona parte monumenti funebri, si segnalano la cappella della fam. Padniewski a Pilica (1601), il palazzo municipale a Szydtlowiec (1602-08), la cappella Branicki a Checiny (1605-07), i sepolcri dei Roszkowski a Zerkow (1613 ca.) e la tomba di Nikodem Kossakowski a Lomza (prima del 1618). Nel 1614 F. realizz˛ la propria cappella funebre, considerata il suo capolavoro.


Bibliografia
– M. Karpowicz, źLa cappella Fodiga: eccezionale monumento di un mesoccone in Polonia╗, in QGI, 1, 1990, 11-26
– M. Karpowicz, Da contadino a magnate: G. Fodiga, architetto e scultore di Mesocco in Polonia, 2002

Autrice/Autore: Cesare Santi