18/03/2004 | segnalazione | PDF | stampare

Corcelles-le-Jorat

Com. VD, distr. Oron dal 1798; (verso il 1140: Corceleys). Comprende il villaggio di C. e parecchie frazioni, ed è situato all'incrocio delle strade Losanna-Moudon (strada di Berna) e Oron-Echallens. Pop: 11 fuochi nel 1432, 369 ab. nel 1764, 324 nel 1798, 572 nel 1850, 469 nel 1880, 535 nel 1900, 380 nel 1950, 412 nel 2000. Ritrovamento di reperti romani (urne, monete del I-II sec.). Il vescovo di Losanna infeudò C. nel XII sec. ai signori Philippe e Vaucher, che presero il nome della località. La signoria, a più riprese divisa e riunita, passò ai de Bottens, de Mestral (XIV sec.), de Prez (XV sec.), de Crousaz (1589), de Praroman (1642), de Chandieu (1652) e infine ai Polier (1754). La corte di giustizia fu una circoscrizione giudiziaria (métralie) fino al 1754, poi divenne una corte di castellania. C. venne riunito al baliaggio bernese di Moudon dal 1536 al 1798; l'assemblea della comunità amministrava il com. Dal 1914 il consiglio com. è costituito da 45 membri. La scuola è stata costruita nel 1863. In ambito spirituale, C. dipendeva da Mézières e, dal 1828, da Montpreveyres. La cappella di S. Giovanni Battista, costruita poco prima del 1484, fu sostituita da un tempio edificato su un altro sito nel 1725-26. La fortezza del XVII sec. venne ricostruita nel 1769-71, mentre il castello dei Jaunins risale al XIX sec. Il com. possiede 240 ettari di foresta nel Bois du Jorat e 193 ettari di vigne acquisite nel 1769 e nel 1776 a Cully, Grandvaux e Villette (Lavaux). L'agricoltura è di tipo misto. Nella località sono attivi un mulino agricolo e un centro collettore di foraggi.


Bibliografia
– M. Grandjean, Les temples vaudois, 1988, 243 sg.

Autrice/Autore: Olivier Frédéric Dubuis / mfe