Carrouge (VD)

Ex comune VD, distretto Lavaux-Oron, dal 2016 forma con Ferlens (VD) e Mézières (VD) il comune di Jorat-Mézières; (1255: Carrogium). Villaggio lungo la strada del Jorat, comprendente diverse frazioni, posto all'intersezione (da qui il nome) delle strade Losanna-Berna e Vevey-Moudon. Pop: 17 fuochi nel 1432, 291 ab. nel 1764, 524 nel 1850, 410 nel 1900, 414 nel 1950, 392 nel 1960, 780 nel 2000. Vestigia di una villa e di monete romane. La signoria di C., vassalla dei conti di Savoia, appartenne dal XIII alla fine del XV sec. alla fam. de Vulliens, successivamente ai de Blonay, von Lenzburg, von Graffenried e von Diesbach. I signori, residenti nel castello di C. a Moudon, detenevano i diritti di giurisdizione su C., Mézières e Les Cullayes; avevano il dovere di fornire un cavaliere e dal 1560 disponevano del diritto di concistoro concesso da Berna. Sotto il regime bernese C. fece parte del baliaggio di Moudon ed era amministrato da un'assemblea della comunità. Appartenne poi al distr. di Oron (1798-2006). Dal 1790 C. e Mézières si accordarono nell'organizzazione della scuola; l'edificio risale all'inizio del XIX sec. La cappella, costruita nel 1709 e con orologio dal 1795, dipendeva dalla parrocchia di Mézières; venne restaurata nel 1927 e nel 1973. Alla fine del XVIII sec. l'attività principale era l'artigianato rurale. Villaggio ancora essenzialmente agricolo, C. si stava trasformando all'inizio del XXI sec. in una località residenziale grazie ai nuovi quartieri di La Fontanettaz e di La Biolleyre; nel 2000 è stata creata una zona artigianale e industriale.


Bibliografia
– T. Roder, 150 acteurs économiques joratois à la veille de la Révolution de 1798, mem. lic. Losanna, 1987
– M. Grandjean, Les temples vaudois, 1988, 240 sg.

Autrice/Autore: Valérie Favez / pcr