21/04/2005 | segnalazione | PDF | stampare

Corcelles-sur-Chavornay

Com. VD, distr. Orbe dal 1798. Il villaggio domina da est la piana dell'Orbe; (885: Corceles). Pop: 14 fuochi nel 1414, 48 nel 1699 (215 ab.), 207 ab. nel 1764, 232 nel 1798, 336 nel 1850, 307 nel 1900, 353 nel 1950, 233 nel 1970, 305 nel 2000. Sono state rinvenute vestigia di epoca romana. Nell'888 un vassallo del conte Rodolphe, di nome Vodelgise, fece dono al vescovo di Losanna di terre situate a C., che aveva ricevuto tre anni prima dall'imperatore Carlo il Grosso. Dal XII sec. C. dipese dalla signoria di Bavois, che apparteneva ai signori de Joux. Questi ultimi, che nel 1263 prestarono omaggio a Pietro di Savoia, detenevano una piccola parte delle terre di C., che per lo più erano divise fra molti feudi. A seguito di una divisione ereditaria, C. fu staccato da Bavois attorno al 1520; Bernhard von Ligerz divenne così il primo signore di C. e stabilì il proprio castello in una costruzione già esistente. Sotto il regime bernese suo figlio si vide confermare i diritti di giustizia su C., che fu integrato nel baliaggio di Yverdon. Nel 1644 César Lentulus acquistò la signoria, ingrandì il castello e riunì la maggior parte delle terre e dei diritti, che da allora passarono nelle mani di diverse fam. La parrocchia è attestata dal 1228; la chiesa fu ricostruita nel 1754 da Gabriel Delagrange (facciata monumentale). Una fabbrica di laterizi fu attiva dalla metà del XVIII sec. al 1909. Attorno al 1870 si registrarono gli inizi dell'industria orologiera a domicilio. La ricomposizione parcellare risale al 1959. Il castello, trasformato, ospitò una casa di cura dal 1884 al 1963; costruito nel 1924 ca., il Pré-Carré è un'istituzione con le medesime finalità. Nel 2000 l'agricoltura offriva ancora un terzo dei posti di lavoro.


Bibliografia
– M. Grandjean, Les temples vaudois, 1988, 281-286
– A. Combe, Corcelles-sur-Chavornay: une terre, des paysans et des seigneurs, 2003

Autrice/Autore: Anne Rochat-Morel / mfe