Vaud, Le

Com. VD, distr. Nyon; (1664: le Vaud). Villaggio situato ai piedi del Giura, lungo una delle strade che portano al passo di Le Marchairuz. Pop: 152 ab. nel 1764, 167 nel 1798, 200 nel 1850, 190 nel 1900, 180 nel 1950, 164 nel 1970, 682 nel 1990, 942 nel 2000. V. Ŕ attraversato da due antiche vie di comunicazione, probabilmente medievali. La localitÓ di Montlašon (1145: Monte Laciano; franc.: Mont-Lenson), ceduta dalla fam. nobile de Begnins all'abbazia di Bonmont, divenne una grangia di quest'ultima; dal 1272 anche la frazione di Volota dipese da Bonmont. Per motivi sconosciuti, nel XIV sec. queste due localitÓ conobbero un declino a vantaggio di V. Sotto il dominio bernese (1536-1798), il villaggio fece parte del baliaggio di Morges, mentre le decime, la signoria e la giurisdizione appartenevano a Bonmont; in seguito V. fu integrato nel distr. di Nyon. Sul piano ecclesiastico ha sempre fatto capo a Burtigny. Villaggio rurale fino al 1960 (con alpeggi e boschi fuori dal territorio com.), V. divenne progressivamente un com. residenziale, con numerosi pendolari in uscita attivi a Nyon e spec. a Ginevra. Nel com. si stabilirono inoltre piccole e medie imprese. In seguito allo sviluppo demografico furono costruiti un centro scolastico e com. (1994) e una casa com. (2004). Il giardino zoologico di La Garenne, aperto nel 1965, dal 1998 Ŕ gestito da una fondazione.


Bibliografia
HS, III/3
Les communes vaudoises et leurs armoiries, 2, 1994, 143 sg.

Autrice/Autore: Germain Hausmann / gbp