No 6

Galli, Uli

nascita 15.4.1589 Eggiwil,morte 25.10.1653 Berna, rif., di Eggiwil. Figlio di Uli. ∞ Barbli Neukomen, anabattista. Fu contadino al Gibel a Eggiwil nell'Emmental e giudice del Concistoro. Tra i più attivi protagonisti della rivolta di Thun (1641), dal Natale del 1652 ospitò riunioni di scontenti a casa propria. Dall'aprile del 1653 partecipò a tutte le Landsgemeinde dei contadini e il 4.5.1653 a Huttwil giurò fedeltà alla Lega contadina (guerra dei Contadini). Come membro del Consiglio di guerra e capitano durante l'assedio di Berna (11-19.5), consigliò lo sbarramento della Neubrügg (ponte sull'Aar nei pressi di Bremgarten) e di diversi passaggi per impedire che la città venisse liberata dal blocco. Su posizioni estreme, G. propose di conquistare e saccheggiare la città, massacrare la pop. e insediare un nuovo Consiglio; per sé rivendicò l'influente carica di tesoriere. In caso di mancato rispetto del patto del Murifeld (12-14.5) avrebbe voluto costringere le autorità al pagamento di una penale giornaliera di 5000 corone. Rifiutò qualsiasi tentativo di mediazione; al contrario oltraggiò le autorità per iscritto definendole "faraoni senza Dio". Dopo la sconfitta di Herzogenbuchsee (8.6) fuggì, ma in seguito venne catturato, interrogato sotto tortura a Berna e impiccato (25.10). L'inventario delle proprietà di G. stilato in tale occasione comprendeva la fattoria di Gibel, di media grandezza (due case), campi coltivati, un allevamento (anche di cavalli) e diritti d'alpe. La multa di 300 corone inflitta dalle autorità corrispondeva a un quinto del suo intero patrimonio. Fino al 1664 gli eredi di G. versarono 200 corone; la somma restante venne condonata.


Bibliografia
– F. Häusler, Das Emmental im Staate Bern bis 1798, 2, 1968
– A. Suter, Der schweizerische Bauernkrieg von 1653, 1997

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / did