Chéserex

Com. VD, distr. Nyon dal 1798. Situato ai piedi del Giura (Dôle), comprende l'antica abbazia di Bonmont e La Florettaz (lotto di chalet); (1001/25: Chiseras). Pop: 152 ab. nel 1764, 218 nel 1850, 191 nel 1870, 219 nel 1900, 235 nel 1950, 281 nel 1970, 1043 nel 2000. Sono stati rinvenuti un insediamento di epoca romana, una necropoli dell'alto ME e le vestigia di una cappella, forse dedicata a S. Martino, menz. nel 1093. Il castello medievale di Coudray è andato completamente distrutto. Prima del 1025 C. apparteneva all'abbazia di Saint-Maurice; Pietro il Venerabile, abate di Cluny, lo cedette (1135-54) a Bernardo, abate di Clairvaux, che in seguito lo diede all'abbazia di Bonmont. I diritti di quest'ultima si sovrapponevano a quelli del signore di Gingins. Nel 1407 l'abbazia affittò la grangia di C. a 12 uomini del villaggio e di Gingins. Sotto il regime bernese, C. fece parte del baliaggio di Bonmont, nonché della castellania e della parrocchia di Gingins; il villaggio doveva provvedere per un quarto alle spese di manutenzione della chiesa di Gingins. Nel 1826 la frazione di Tranchepied fu staccata da C. e inglobata nel com. di La Rippe. Oggi C. è divenuto un com. residenziale abitato da numerosi pendolari che si recano a Ginevra. Il centro sportivo è stato costruito nel 1989.


Autrice/Autore: Gilbert Marion / pcr