18/03/2014 | segnalazione | PDF | stampare

Thierrens

Ex com. VD, distr. Gros-de-Vaud, che dal 2013 forma, con Chapelle-sur-Moudon, Chanéaz, Correvon, Denezy, Martherenges, Neyruz-sur-Moudon, Peyres-Possens e Saint-Cierges, il com. di Montanaire; (1004-07: Teoderinco). Il villaggio è situato all'incrocio delle strade Moudon-Yverdon ed Echallens-Payerne. Pop: 30 fuochi nel 1550, 300 ab. nel 1764, 720 nel 1850, 607 nel 1900, 466 nel 1950, 579 nel 2000. Sono state rinvenute sepolture (sotto la chiesa) e una necropoli (a La Carrière) altomedievali. Verso il 1150 il vescovo di Losanna cedette al priorato di Saint-Maire a Losanna i diritti di patronato della chiesa di S. Martino (confermati da papa Alessandro III nel 1177). Ricostruita nel XVI sec. su fondamenta del XII sec., già nel 1228 la chiesa era il centro di una parrocchia. T., passato per via matrimoniale dai signori de Belmont alla fam. de Gruyère, venne ceduto al capitolo di Losanna nel 1227. Nel 1461 la decima era detenuta dal duca di Savoia che l'aveva riscattata dal vescovo di Losanna; nel 1546 passò dai conti della Gruyère a Berna. Il villaggio fu annesso al baliaggio bernese di Moudon (1536-1798). Il 25.1.1798 l'"incidente" o "affare di Thierrens" (alterco durante il quale furono uccisi due ussari franc.) giustificò l'entrata delle truppe del generale Philippe Romain Ménard. Dal 1798 al 2006 T. fece parte del distr. di Moudon. Il com., che ha mantenuto un carattere agricolo (nel 2005 il settore primario offriva il 30% dei posti di lavoro), si è trasformato in centro regionale (dal 1992 ospita una scuola elementare e secondaria) registrando uno sviluppo residenziale. Nel 2000 il 61% della pop. attiva lavorava fuori com.


Bibliografia
– P. Chessex, «Une "révolution" sans images», in De l'ours à la cocarde, 1998, 363-365
– D. Glauser, Les maisons rurales du canton de Vaud, 4, 2003, 95-97

Autrice/Autore: Emmanuel Abetel / gbp