14/10/2013 | segnalazione | PDF | stampare | 

Sottens

Ex com. VD, distr. Gros-de-Vaud, situato su un altopiano del Jorat, tra Echallens e Moudon, che dal 2011 forma, con Montaubion-Chardonney, Peney-le-Jorat, Villars-Mendraz e Villars-Tiercelin, il com. di Jorat-Menthue; (1147: Sotens). Pop: 155 ab. nel 1764, 211 nel 1850, 195 nel 1900, 181 nel 1950, 210 nel 2000. Sono stati rinvenuti un tumulo a Molard e sepolture dell'alto ME a La Moranche. Nel XIII sec. i donzelli di S. figuravano nel seguito dei conti di Savoia. Il territorio di S. era costituito da sette feudi. Quelli di Jacob de Glane, cittadino di Moudon, e dei de Blonay, entrambi passati ai Loys, vennero ceduti a Berna, che man mano acquisì i feudi di Thomas Lucens, di Moudon, e gli altri tre, che erano appartenuti a diverse comunità ecclesiastiche; l'ultimo feudo venne venduto a Berna nel 1723 dalla comunione ereditaria di Samuel de Praroman. S. fece parte del baliaggio bernese di Moudon (1536-1798), poi del distr. omonimo (1798-2006). La cappella di S., menz. nel 1312 quale filiale di Chapelle-sur-Moudon, venne sconsacrata all'epoca della Riforma e il villaggio attribuito alla parrocchia di Saint-Cierges. Il trasmettitore nazionale di S., che diffondeva la Radio sviz. romanda (1931-94) e Radio Svizzera Intern. (1972-2004), fu completamente disattivato il 5.12.2010. Il com. ha conosciuto uno sviluppo di tipo residenziale.


Bibliografia
– A. Millioud et al. (a cura di), Les anciennetés du Pays-de-Vaud, 1901, 237-239
– B. Andenmatten, La maison de Savoie et la noblesse vaudoise (XIIIe-XIVe s.), 2005, 107 sg.

Autrice/Autore: Emmanuel Abetel / cor