14/07/2004 | segnalazione | PDF | stampare | 

Denezy

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da un’immagine. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

Com. VD, distr. Moudon dal 1798, situato sulla strada Losanna-Estavayer; (929: villare Donaciaco; 1142: Danisei). Pop: 8 fuochi nel 1432, 116 ab. nel 1764, 140 nel 1798, 253 nel 1850, 261 nel 1870, 247 nel 1900, 198 nel 1950, 122 nel 2000. Sono state scoperte pietre sepolcrali dell'alto ME. Nel 1316 la signoria di D. fu infeudata dai Savoia a Hugues Mallet e nel 1409 alla fam. Cerjat, che la detenne fino al 1798. Di una fortezza al Fossato del castello (XIV sec.) non restano che le fondamenta. Sotto il dominio bernese D. formò una circoscrizione giudiziaria (métralie); la corte di giustizia aveva sede nel palazzo signorile di Moudon. Il com. era retto dall'assemblea della comunità e da un governatore. Una cappella, divenuta chiesa parrocchiale prima del 1228, è menz. dal 929. L'estensione della parrocchia fu spesso modificata, fino alla sua soppressione nel 1958: a volte comprese il solo villaggio di D., altre anche Prévondavaux e Villars-le-Comte. Dal 1958 D. è annesso alla parrocchia di Thierrens, mentre gli ab. rimasti fedeli alla fede catt. (vale a dire quelli di Prévondavaux) furono uniti nel 1666 alla parrocchia dell'enclave friburghese di Vuissens. Dopo l'incendio della casa parrocchiale nel 1702, i Cerjat misero a disposizione del pastore la loro casa di campagna (fino al 1958). Almeno dal 1727 si fa menz. di un mulino e di una segheria (soc. del mulino agricolo di D. nel 1950); nel 1828 venne fondata una latteria sociale. L'agricoltura è ancora oggi l'attività dominante. Nel 1900 fu costruita la scuola; dal 1930 esiste un servizio autopostale che collega D. e Moudon.


Bibliografia
– J.-D. Chevalley, M. Bettex-Saugy, Denezy, 1987

Autrice/Autore: Valérie Favez / czu