No 1

Pisacane, Carlo

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 22.8.1818 Napoli, morte 2.7.1857 Sanza (Campania). Fu ufficiale al servizio del regno di Napoli. Nel febbraio del 1847 fuggì a Parigi passando da Londra. Durante la rivoluzione milanese, dalla metà di aprile del 1848 combatté al fianco delle truppe lombarde contro gli Austriaci. Si rifugiò in seguito a Lugano, dove si avvicinò a Giuseppe Mazzini, che seguì a Roma nel marzo del 1849. Fu capo di Stato maggiore generale nella difesa della Repubblica romana. Dopo la caduta di quest'ultima raggiunse Losanna, dove collaborò a L'Italia del popolo di Mazzini. In seguito a Lugano frequentò le cerchie vicine a Carlo Cattaneo, che cercò di coinvolgerlo, con esiti alterni, nel suo scontro con Mazzini. A Genova, dopo lo scoppio della guerra di Crimea, si riavvicinò a Mazzini, che lo convinse a tentare un'insurrezione nel regno di Napoli (1857), fallita nell'entroterra di Sapri.


Bibliografia
– L. Russi, C. Pisacane, 1982
– C. Moos, «Intorno ai volontari lombardi del 1848», in Il Risorgimento, 36, 1984, n. 2, 113-159
– G. Martinola, Gli esuli italiani nel Ticino, 2, 1994

Autrice/Autore: La redazione / cne