No 1

Pisacane, Carlo

nascita 22.8.1818 Napoli, morte 2.7.1857 Sanza (Campania). Fu ufficiale al servizio del regno di Napoli. Nel febbraio del 1847 fuggì a Parigi passando da Londra. Durante la rivoluzione milanese, dalla metà di aprile del 1848 combatté al fianco delle truppe lombarde contro gli Austriaci. Si rifugiò in seguito a Lugano, dove si avvicinò a Giuseppe Mazzini, che seguì a Roma nel marzo del 1849. Fu capo di Stato maggiore generale nella difesa della Repubblica romana. Dopo la caduta di quest'ultima raggiunse Losanna, dove collaborò a L'Italia del popolo di Mazzini. In seguito a Lugano frequentò le cerchie vicine a Carlo Cattaneo, che cercò di coinvolgerlo, con esiti alterni, nel suo scontro con Mazzini. A Genova, dopo lo scoppio della guerra di Crimea, si riavvicinò a Mazzini, che lo convinse a tentare un'insurrezione nel regno di Napoli (1857), fallita nell'entroterra di Sapri.


Bibliografia
– L. Russi, C. Pisacane, 1982
– C. Moos, «Intorno ai volontari lombardi del 1848», in Il Risorgimento, 36, 1984, n. 2, 113-159
– G. Martinola, Gli esuli italiani nel Ticino, 2, 1994

Autrice/Autore: La redazione / cne