No 2

Sala, Domenico Maria

nascita 5.9.1727 Roveredo (GR), morte 26.2.1808 Eichstätt (Baviera), catt., di Roveredo. Figlio di Giovanni Giuseppe, maestro di cerimonie alla corte di Stoccarda. ∞ (1765) Anna Maria Glezganin, di Ornbau (Baviera). Si formò come capomastro a Eichstätt presso Giovanni Domenico Barbieri, per cui lavorò dal 1744. Dal 1756 fu attivo al servizio del capitolo cattedrale di Eichstätt. Sotto la direzione dell'architetto Maurizio Pedetti trasformò il castello di Hirschberg in residenza estiva (1760-64). Sempre in Baviera eseguì in seguito il progetto per il restauro della chiesa di S. Nicola a Pleinfeld (1770), realizzò la chiesa catt. di S. Giorgio a Lippertshofen (1771), diresse i lavori di ampliamento dell'ex collegio gesuita a Eichstätt (ala est, 1772-74) e costruì la nuova canonica di Ochsenfeld (1798). Proprietario di una casa a Eichstätt (1783), fu l'ultimo architetto grigionese attivo nella città bavarese.


Bibliografia
– A. M. Zendralli, I magistri grigioni, 1958
– M. Kühlenthal (a cura di), Graubündner Baumeister und Stukkateure, 1997, 280

Autrice/Autore: Cesare Santi