Lully (VD)

Com. VD, distr. Morges; (1018: Lulliacum). Situato a ovest di Morges, comprende il villaggio di L. e la frazione di SÚcheron. Pop: 89 ab. nel 1803, 181 nel 1850, 216 nel 1900, 198 nel 1950, 436 nel 1980, 663 nel 2000. Sono state rinvenute le vestigia di un insediamento di epoca romana. Nel 1018 L. fu ceduto all'abbazia di Saint-Maurice d'Agaune da re Rodolfo di Borgogna. Una grangia, costruita dall'abate Rodolphe verso la metÓ del XII sec., gestiva le entrate dell'abbazia nella regione. Questa terra rimase di proprietÓ del monastero di Saint-Maurice fino al 1536, quando fu venduta ai Bernesi. Dipendente dal baliaggio di Morges fino al 1798, poi dall'omonimo distr. L. fu annesso a Vufflens-le-ChÔteau dal XVI sec. al 1726. Nel 1746 venne trasformato dalla fam. Mayor in signoria con una curtis signorile sede di un castellano e di tre signori giustizieri. La chiesa di S. Martino, menz. nel 1177, cess˛ di essere parrocchiale prima del 1285 e divenne filiale di Lussy-sur-Morges; la chiesa attuale risale al 1960. Dal 1940 un ist. accoglie bambini in condizioni difficili. Com. agricolo e viticolo fino al decennio 1960-70, L. conobbe in seguito uno sviluppo residenziale e una rapida crescita demografica.


Bibliografia
– D. Bally, Lully et son passÚ, 2006

Autrice/Autore: Germain Hausmann / frm