Heimiswil

Com. BE, distr. Burgdorf; (1250: Heimoltswiler). Il vasto territorio del com., che comprende i quartieri e le circoscrizioni scolastiche di H. (Oberdorf e Niederdorf), Busswil, Berg (con Kaltacker), Rotenbaum (con Lueg, Rinderbach), frazioni, fattorie raggruppate e isolate in collina e l'exclave di Hirsegg, si estende dall'Heimiswilgraben alla Emme e nelle valli di Wynigen e Känerich. Pop: 1187 ab. nel 1764, 2357 nel 1850, 2340 nel 1900, 2212 nel 1950, 1543 nel 2000.

Nel tardo ME esisteva un terrapieno fortificato a Tschoggen. I conti von Kyburg possedettero beni a H. nel XIII e XIV sec. Nel 1402 vendettero la bassa giustizia di H. (sede del tribunale a Bühl) alla città di Burgdorf, che più tardi l'incorporò nel proprio baliaggio di Grasswil. Per l'alta giustizia H. dipendeva dalla giurisdizione di Ranflüh, appartenuta prima ai von Kyburg e poi a Berna, che fra il 1502 e il 1519 l'attribuì al baliaggio di Burgdorf. Sul piano ecclesiastico i fedeli di H. fecero capo a Oberburg. Prima del 1275 avvenne la separazione delle "sette vecchie corti" e la fondazione di una chiesa privata dei von Kyburg o dei von Zähringen a Oberdorf. Nel 1340/41 Burgdorf acquisì il diritto di patronato di H. per il proprio cronicario dei poveri dai gerosolimitani di Thunstetten e quale dono dal beneficiario Rudolf Pfrunder. Da quel momento il cappellano dell'ospizio di Burgdorf si occupò pure dei parrocchiani di H. Per arginare il proselitismo degli anabattisti, Berna fece costruire nel 1703-04 l'attuale chiesa in sostituzione della cappella e istituì la parrocchia indipendente, estendendola a Gutisberg (prima dipendente da Kirchberg), Niederdorf e Busswil (prima con Oberburg). Furono inoltre unite le comunità di assistenza ai poveri di Oberdorf e Niederdorf; i due insediamenti, che nel ME praticavano la rotazione delle culture, abbandonarono questo sistema nel XVI sec. e divisero i beni comuni. I Tauner, che vivevano in parte su terre appartenenti ai beni comuni, ottennero nel XVII e XVIII sec. diritti di pascolo contestati. Il tribunale si riuniva nella locanda Löwen (diritto di taverna del 1668). Prima del 1798 Burgdorf ostacolò lo sviluppo della piccola industria, vietando per esempio fino al 1705 l'esercizio di una fucina. Ancora oggi nel com. predomina l'agricoltura sull'artigianato rurale.


Bibliografia
– A. Leibundgut-Mosimann, «Die alten Höfe von Ober-Hemiswil», in Burgdorfer Jahrbuch, 1963, 135-191
Heimiswil: Heimatbuch einer bernischen Landgemeinde, 1968
– W. Leuenberger, Heimiswil einst und jetzt, 1978
– A.-M. Dubler, «Adels- und Stadtherrschaft im Emmental», in AHVB, 90, 2013, 33-96
– R. Hug, K. Zaugg, Bauinventar der Gemeinde Heimiswil, 2003

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / ato