No 4

Barbieri, Martino

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita verso il 1583/87 a Roveredo (GR), morte 1633 Eichstätt (D), catt., di Roveredo. Architetto, fu attivo in Baviera, ad Eichstätt e nei dintorni. Nel 1615 venne ammesso nella congregazione mariana ad Eichstätt. Eresse la chiesa parrocchiale di Frohnstetten (1617) e, insieme al fratello Alberto, ristrutturò la chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo a Laupheim (1623). Tra il 1628 e il 1631 costruì il coro del convento premonstratense di Weissenau (presso Ravensburg); nello stesso periodo lavorò anche al castello di Abenberg. La sua opera più significativa è la chiesa di S. Valpurga ad Eichstätt.


Bibliografia
– A. M. Zendralli, I magistri grigioni, 1958
– M. Pfister, Baumeister aus Graubünden, Wegbereiter des Barock, 1993

Autrice/Autore: Cesare Santi