Jouxtens-Mézery

Com. VD, distr. Losanna dal 1798, costituito dalle località di Jouxtens e Mézery, nella periferia occidentale di Losanna; (prima del 1185: Jotens; 929: Masiriaco). Pop: 10 fuochi nel 1562, 8 nel 1620, 121 ab. nel 1764, 122 nel 1798, 176 nel 1850, 236 nel 1900, 245 nel 1950, 1145 nel 2000. A Mézery si trovano i resti di un'importante villa con bagni (monete di età augustea-costantiniana). La viticoltura è praticata dal X sec. Nel ME J. dipendeva dal capitolo di Losanna. Secondo il ruolo del 1442, gli uomini prestavano servizio sotto la "bandiera" della Palud. Durante il dominio bernese la comunità fece parte del baliaggio di Losanna. Jouxtens dipendeva dalla giurisdizione di Losanna, mentre Mézery aveva una corte di giustizia signorile, che dal 1698 appartenne alla fam. de Crousaz. Il com. fece costruire un campanile nel 1754, una scuola nel 1839 (ampliata nel 1889) e il palazzo com. nel 1939. J. ha sempre fatto capo alla parrocchia di Prilly; una cappella è stata consacrata nel 1976. Nel 1887 è stata aperta la stazione ferroviaria sulla linea Losanna-Echallens-Bercher. La minaccia rappresentata dall'espansione dell'agglomerato losannese spinse la pop. e le autorità a ribadire la vocazione rurale e residenziale del com. (rifiuto di grandi complessi, piano zonale volto a limitare la costruzione di ville nel 1980).


Bibliografia
– L. de Constant d'Hermenches, Notice historique sur les peintures de la boiserie transportée en 1808 du château d'Hermenches au château de Mézery, 1873
– P. Rüedi, Jouxtens-Mézery, 1967

Autrice/Autore: François Béboux / sca