Aargauer Tagblatt

Quotidiano argoviese fondato nel 1847 dal tipografo Salomon Landolt con il titolo Aarauer Tagblatt, divenuto Aargauer Tagblatt nel 1880. Ostacolato nel suo sviluppo dall'istituzione di una tassa cant. di bollo sui giornali, inizialmente il quotidiano contava soltanto 300 abbonati; dopo l'abolizione della tassa (1852), il loro numero pass˛ in breve tempo a 500. L'azienda, appartenente alla fam. Stierli, fu trasformata in soc. anonima nel 1888; a quel momento la tiratura aveva raggiunto le 2500 copie. Organo dei radicali argoviesi dal 1887, dopo la loro unificazione con i democratici l'Aarauer Tagblatt divenne il portavoce del partito radicale democratico cant., fondato nel 1895. Continuando a estendere la propria rete di corrispondenti, nel corso del XX sec., spec. dopo l'acquisto delle Aargauer Nachrichten (1918), si svilupp˛ fino a diventare il giornale della borghesia argoviese. Dopo il 1969 acquist˛ diversi giornali locali, che trasform˛ in sue testate regionali, e promosse la creazione di alcune nuove testate. Nel 1995, con cinque edizioni locali e una tiratura complessiva di 57'000 copie era il maggior quotidiano del cant.; unitosi con il Badener Tagblatt nel novembre del 1996, ha dato vita alla Aargauer Zeitung.


Bibliografia
– Blaser, Bibl., 3 sg.

Autrice/Autore: Ernst Bollinger / vfe