• <b>Concise</b><br>La chiesa e la casa parrocchiale nel 1830 ca.; acquatinta acquerellata di  Samuel Weibel (Collezione privata, tutti i diritti riservati).

Concise

Com. VD, distr. Grandson dal 1798. Il suo vasto territorio si estende dalle rive del lago di Neuchâtel al Mont Aubert, alla frontiera fra cant. Vaud e Neuchâtel; (1179: Concisa). Oltre al villaggio di C., il com. comprende le frazioni di La Lance e La Raisse e alcuni chalet negli alpeggi. Pop: 70 fuochi nel 1416, 60 nel 1453, 560 ab. nel 1798, 746 nel 1850, 726 nel 1900, 702 nel 1950, 593 nel 1990, 684 nel 2000.

1 - Preistoria e Protostoria

Sul territorio del com. di C. vennero scoperti, durante lavori di dragaggio per la costruzione della linea ferroviaria Yverdon-Neuchâtel (dal 1859), siti archeologici con migliaia di reperti del Neolitico e dell'età del Bronzo. Le diverse stratificazioni coprono un periodo che va dal 3850 ca. al 1050 a.C. Sul territorio com. sono noti numerosi Villaggi lacustri, entrati a far parte della letteratura specializzata con i nomi di C.-La Raisse (Neolitico), C.-La Lance (età del Bronzo), C.-Le Point (Neolitico), C.-Gare (Neolitico), C.-La Baie (età del Bronzo) e C.-sous-Colachoz (Neolitico/età del Bronzo). Soprattutto quest'ultimo sito ha fornito nuove conoscenze sull'architettura, il modo di vivere e l'ambiente del mondo di allora, grazie a scavi condotti negli anni 1995-2000 su una vasta superficie (oltre 5000 m2) e resi necessari dal progetto Ferrovia 2000. Va dato particolare rilievo a due abitati della prima età del Bronzo (1800-1570 a.C.), unici finora in Svizzera per il loro sistema di accesso e di palizzate.

Dopo l'abbandono degli insediamenti su palafitte, alla fine dell'età del Bronzo, l'insediamento si spostò dalla zona rivierasca a un terrazzo un pò' più elevato ai piedi del Giura. Nel sito di C.-Fin de Lance si poté così scoprire un insediamento del periodo di transizione fra l'età del Bronzo e quella del Ferro (ca. 800 a.C.). Quale maggiore eredità dell'età del Ferro va indicato un tumulo di un diametro di oltre 15 m con fossato interno ed esterno, eretto nella cultura di Hallstatt (ca. 550 a.C.) e modificato alla fine dell'età celtica (I sec. a.C.). Si presume che la cava di calcare Les Favarges fosse sfruttata già dai Romani, la cui presenza, dapprima solo vagamente supposta, è stata provata dalla scoperta di una strada antica.

Autrice/Autore: Claus Wolf / sma

2 - Dal Medioevo al XX secolo

Nel ME C. dipese dalla signoria di Vaumarcus, poi da quella di Saint-Martin-du-Chêne e, dal 1282, dalla baronia di Grandson. Il 2.3.1476 le truppe di Carlo il Temerario vennero sconfitte dai Conf. sul territorio di C., nei pressi del bosco di Seyte. Da quella data, e fino al 1798, C. fece parte del baliaggio comune di Grandson, in cui formò una circoscrizione giudiziaria (métralie) con Corcelles-près-C. Il com. era retto da un Consiglio di ventiquattro membri e ospitava la corte di giustizia. La chiesa parrocchiale, menz. dal 1228 e dedicata a S. Giovanni Battista (torre romanica forse della fine dell'XI sec., navata tardogotica), fu rimaneggiata nel XV sec. e nel 1676-77. Il diritto di presentazione apparteneva al priore di Grandson. La casa parrocchiale medievale venne ristrutturata, ricostruita nel 1683 e completamente riedificata nel 1738. La parrocchia, rif. dal 1537 (votazione del "Plus", cioè il voto che permetteva l'abolizione della messa), comprese fino al 1809 i villaggi neocastellani di Vernéaz e Vaumarcus e, fino al 1846, il villaggio vodese di Mutruz. Da sempre villaggio di viticoltori, dagli anni 1960-70 C. è divenuto un importante centro viticolo. L'economia del com. è basata pure su attività alpestri (pascoli di manze e di vacche da latte, produzione di formaggio).

<b>Concise</b><br>La chiesa e la casa parrocchiale nel 1830 ca.; acquatinta acquerellata di  Samuel Weibel (Collezione privata, tutti i diritti riservati).<BR/>
La chiesa e la casa parrocchiale nel 1830 ca.; acquatinta acquerellata di Samuel Weibel (Collezione privata, tutti i diritti riservati).
(...)

Autrice/Autore: Philippe Heubi / czu

Riferimenti bibliografici

Bibliografia
  • Preistoria e Protostoria

    – C. Wolf, J.-P. Hurni, «Neues zur Architektur des westschweizerischen Endneolitikums», in Plattform: Zeitschrift des Vereins für Pfahlbau und Heimatkunde, 7/8, 1998/1999, 107-117
    – AA. VV., «Les sites lacustres néolithiques et bronzes de Concise VD-sous-Colachoz», in ASSPA, 82, 1999, 7-38
    – AA. VV., «La station littorale de Concise (VD)», in As., n. 4, 2002, 2-15
  • Dal Medioevo al XX secolo

    – A. Du Pasquier, Brève histoire de Concise, 1976
    – M. Fontannaz, Les cures vaudoises, 1987, 146, 404