Villars-Tiercelin

Ex comune VD, distretto Gros-de-Vaud, dal 2011 forma con Montaubion-Chardonney, Peney-le-Jorat, Sottens e Villars-Mendraz il comune di Jorat-Menthue; (verso il 1215: Vilar Ticelin). Pop: 151 ab. nel 1764, 171 nel 1798, 271 nel 1850, 248 nel 1900, 216 nel 1950, 152 nel 1970, 343 nel 2000. Nel ME il villaggio fece parte della castellania di Dommartin. Il capitolo cattedrale di Losanna vi deteneva il diritto di decima. Dal 1536 al 1798, V. dipese dalla castellania (mandement) di Dommartin nel baliaggio di Losanna e Berna deteneva la giurisdizione, il feudo e la decima. La comunità degli ab. gestiva gli affari com. Dal 1798 al 2006 V. fu integrato nel distr. di Echallens. Sul piano ecclesiastico dipese dalle parrocchie di Dommartin, Peney-le-Jorat (1794) e La Haute-Menthue (dal 2000). Dedito essenzialmente all'agricoltura, V. ha visto mutare la struttura economica in modo significativo (nel 1965 il primario offriva ancora il 75% dei posti di lavoro nel com., nel 2005 il 40%). Divenuto parte dell'agglomerato di Losanna (1980), conobbe un forte sviluppo residenziale. La ricomposizione parcellare risale al 1953.


Bibliografia
– D. Décosterd, Région du Gros-de-Vaud: programme de développement, 3 voll., 1990
– J. Sauter, La paroisse réformée de Peney-le-Jorat, Villars-Tiercelin et Villars-Mendraz, 1794-1994, 1994

Autrice/Autore: Marianne Stubenvoll / gbp