24/03/2011 | segnalazione | PDF | stampare

Penthéréaz

Com. VD, distr. Gros-de-Vaud, che comprende il villaggio di P. e tre frazioni; (1141: Panterea). Pop: 14 fuochi nel 1416, 12 nel 1453, 275 ab. nel 1798, 369 nel 1850, 279 nel 1900, 262 nel 1950, 212 nel 1980, 342 nel 2000. Fece parte della signoria di Echallens fino al 1484, quando fu incorporato al baliaggio comune di Orbe-Echallens; dal 1798 al 2006 appartenne al distr. di Echallens. Durante l'ancien régime P. era amministrato dall'assemblea dei membri della comunità, in seguito da un Consiglio generale. La chiesa intitolata a S. Stefano, menz. nel 1141, fu filiale di Goumoens-la-Ville e divenne parrocchiale prima del 1228. Il diritto di presentazione apparteneva all'abbazia di Montbenoît in Borgogna (diocesi di Besançon). Dall'accettazione della Riforma (votata nel 1619), P. fa parte del com. parrocchiale di Goumoens-la-Ville. I catt., la cui presenza fu tollerata grazie a un intervento della Dieta fed., dovettero lasciare il com. nel 1675. Il villaggio ha conservato il suo carattere agricolo. Nel 2005 il 62% dei posti di lavoro nel com. era offerto dal settore primario, recentemente specializzatosi nelle colture orticole (indivia). L'autostrada A1 (1981) con svincolo a Chavornay ha favorito la crescita demografica. Nel 2008 P. si è ritirato da un progetto di aggregazione com., lanciato nel 2006, con Goumoens-la-Ville, Goumoens-le-Jux e Eclagnens.


Autrice/Autore: Paola Crivelli / cmu