Pozzi

Fam. patrizia di Castel San Pietro, poi diffusa nel Mendrisiotto (Bruzella, Riva San Vitale) e a Lugano, menz. dal 1547 con Pietro, console del com. Tra il 1619 e il 1897 sono attestate almeno quattro generazioni di mastri, capomastri, stuccatori, scultori e pittori che operarono in Svizzera, Italia e Germania (Francesco, -> 4 e i figli Giuseppe, Carlo Luca, -> 1, e Domenico, -> 3). I P. tesserono una fitta rete di legami matrimoniali o collaborazioni con architetti e altre maestranze. La buona condizione economica raggiunta determin˛ l'abbandono del mestiere da parte delle generazioni successive a favore di professioni quali l'avvocatura o il commercio. Tra i P. attestati nel Sottoceneri figurano quelli di Coldrerio, che annoverarono numerosi costruttori attivi spec. a Roma, verosimilmente senza legami diretti di parentela con i P. di Castel San Pietro.


Fonti
– Epistolario fam. inedito presso MCA
Bibliografia
– N. Ossanna Cavadini, Simone Cantoni architetto, 2003 (con genealogia)
– A. Gilardi, źDomenico Pozzi da Castel San Pietro (1745-1796)╗, in Nuovi studi: rivista di arte antica e moderna, 2005, n. 11, 277-282

Autrice/Autore: Anastasia Gilardi