Oleyres

Ex comune VD, distretto Broye-Vully, dal 2011 parte del comune di Avenches; (1101-50: de Holeriis; 1151-1200: de Oleres). Villaggio strada situato sulla collina che domina la pianura della Broye a sud est di Avenches. Pop: 180 ab. nel 1764, 338 nel 1850, 283 nel 1900, 219 nel 1950, 174 nel 1970, 223 nel 2000. Nel 1272 Borcard d'O., cittadino di Friburgo, vendette tutti i suoi possedimenti situati a O. all'abbazia di Hauterive, che a sua volta nel 1310 li cedette alla fam. d'Avenches. Nel 1537, dopo la conquista bernese, Friburgo rivendic˛ le terre intorno a O. quali parti del baliaggio di Montagny. Un arbitrato stabilý tuttavia che O., come Avenches, fosse attribuito a Berna (baliaggio di Avenches fino al 1798). Durante la dominazione bernese fu corte di castellania e corte dei feudi; il villaggio era governato da un Consiglio dei Dodici. In seguito il com. fu annesso al distr. di Avenches (1798-2006). Nel ME O. fece parte della parrocchia di Domdidier (cappella di S. Giorgio). Dopo la Riforma fece capo alla comunitÓ parrocchiale di Avenches; la chiesa rif. fu costruita nel 1734-35 (restaurata nel 1916 e nel 1949). Nel 2005 il settore primario offriva ancora il 41%, e il secondario il 46% dei posti di lavoro. Il laminatoio, aperto nel 1879, venne trasformato nel 1935 in una fabbrica di imballaggi metallici (in seguito Lecoultre Emballages SA). La fabbrica, a cavallo della frontiera cant. con sede sociale a Misery, nel 1984 venne rilevata dal gruppo franc. Massily.


Bibliografia
– E. Nicollier, Oleyres, village vaudois, 1977

Autrice/Autore: Christine Lauener / frm