Saint-Oyens

Com. VD, distr. Morges, tra i vigneti di La Côte e i piedi del Giura; (1139: Sancto Eugendo). Pop: 158 ab. nel 1764, 239 nel 1850, 141 nel 1900, 140 nel 1950, 114 nel 1970, 237 nel 2000. Il villaggio prese verosimilmente il nome da un oratorio eretto dall'abbazia di Saint-Claude. Una fam. nobile de S., menz. dal 1172, fu al servizio della signoria di Mont-le-Vieux. Dal 1389 la comunità di S. detenne beni comuni. La confraternita del S. Spirito è attestata nel 1401. Sotto la dominazione bernese S. venne incorporato al baliaggio di Morges (1536-1798) e poi integrato nel distr. di Aubonne (1798-2006). La chiesa di S. Maurizio dipese dall'abbazia di Romainmôtier (1139); prima del 1285 fu filiale di Gimel. Abbandonata durante il periodo bernese, la chiesa venne ricostruita nel 1877-78. Il villaggio fu distrutto da un incendio nel 1857. Nel 2005 il settore primario (campicoltura e allevamento) offriva ancora il 34% dei posti di lavoro a S., che si trasforma progressivamente in un com. residenziale (nel 2000 ca. i tre quarti della pop. attiva erano pendolari).


Bibliografia
– M. Reymond, Saint-Oyens, ms., 1941 (presso ACV)

Autrice/Autore: Germain Hausmann / sic