17/02/2011 | segnalazione | PDF | stampare | 

Saint-Livres

Com. VD, distr. Morges; (1220: apud Sanctum Liberium). Villaggio agglomerato situato sulla sommità di un pendio, sulla riva sinistra dell'Aubonne. Pop: 508 ab. nel 1764, 615 nel 1850, 486 nel 1900, 414 nel 1950, 354 nel 1980, 538 nel 2000. Sono state rinvenute tombe altomedievali a La Vauguine. Probabilmente dal 1159 la località appartenne al vescovo di Losanna, che la infeudò ai de Faucigny; nel 1259 cedette i suoi diritti su S. a Pietro II di Savoia. S. seguì le sorti della signoria, del baliaggio (1701-98) e del distr. (1798-2006) di Aubonne. Dedicata a papa S. Liberio, la chiesa venne incorporata nel priorato di Etoy; dopo la Riforma passò ai signori di Aubonne. Spesso colpita da inondazioni, nel 1447 la chiesa fu ricostruita al centro del villaggio. Successivamente alla Riforma, Yens divenne filiale della comunità parrocchiale di S.; Lavigny ne fece parte dal 1846 al 1863. Sui pascoli di Le Pré-de-S. (com. Bière) si trova una grotta, sfruttata come ghiacciaia nel XIX sec. e all'inizio del XX sec. Gli ab. di S. praticarono a lungo la viticoltura, l'agricoltura (cerealicoltura, coltivazione della barbabietola da zucchero, allevamento) e la selvicoltura.


Bibliografia
– AA. VV., Histoire de la paroisse de Saint-Livres et Yens, 1999

Autrice/Autore: Germain Hausmann / clu