31/08/2010 | segnalazione | PDF | stampare

Rennaz

Com. VD, distr. Aigle, situato nella pianura del Rodano; (1252: ad villam de rayna). Pop: 129 ab. nel 1798, 161 nel 1850, 167 nel 1900, 227 nel 1950, 565 nel 2000. Sono state rinvenute una pietra miliare del 305/306 d.C. a Grange des Tille e vestigia dell'epoca romana. Nel 1252 il conte Amedeo IV di Savoia estese a R. le franchigie di cui beneficiava Villeneuve (VD). Sotto il regime bernese (1476-1798), R. fece parte del baliaggio (gouvernement) e del mandement di Aigle (castellania di Noville); nel 1798 venne annesso al distr. di Aigle (municipalitÓ e Camera di maneggio dal 1799 al 1803). Alcuni boschi e pascoli erano amministrati in comune da Villeneuve, Noville, la sua frazione di Crebelley e R. Quest'ultimo si separ˛ da Noville e divenne com. autonomo nel 1834 (separazione dei beni indivisi dal 1840). All'inizio del XV sec. il castello di Grand Clos, in origine casa fortificata dei de Duin di Bex, apparteneva alla fam. Bouvier. Dopo la congiura di Isbrand Daux, fu confiscato dai Bernesi (1589); in seguito cambi˛ a pi¨ riprese proprietario e fu ricostruito nel 1765 in base ai progetti di Franšois Franque. Sul piano ecclesiastico R. dipende da Noville; la chiesa data del 1902. La scuola risale al 1835, la latteria al 1840 ca. Un aerodromo fu attivo dal 1961 al 1970. Un tempo villaggio a carattere agricolo, R. ha conosciuto dagli anni 1980-90 (apertura dell'autostrada A9) uno sviluppo industriale, commerciale e residenziale. Nel 2000 i tre quarti della pop. attiva erano costituiti da pendolari in uscita.


Bibliografia
– C. ThÚvenaz, Ecrire pour gÚrer, 1999
– AA. VV., Noville & Rennaz, 2004

Autrice/Autore: Liliane Desponds / gbp