12/04/2011 | segnalazione | PDF | stampare | 

Ormont-Dessus

Com. VD, distr. Aigle; (1200: Ormont; antico nome ted.: Ormund). ╚ situato nella parte superiore della valle della Grande-Eau, dove prevalgono gli insediamenti sparsi; il centro del com. Ŕ Vers-l'Eglise. Pop: 935 ab. nel 1850, 1092 nel 1900, 994 nel 1950, 1000 nel 1980, 1307 nel 2000. Nel ME i signori de Saillon, vassalli dei Savoia, detenevano diritti su una parte di O. Nelle carte di franchigia che concessero nel 1277, O. Ŕ chiamato Joria de Hormont. Durante l'ancien rÚgime, fu integrato nel mandement di Les Ormonts (1475-1798). Il com. era diviso in tre unitÓ amministrative dette Seyte-d'Enbas (RosÚ), Seyte-du-Milieu (Vers-L'Eglise) e Seyte-d'Enhaut (Les Diablerets). Un luogo di culto, attestato nel 1396, fu sostituito attorno alla metÓ del XV sec. dalla cappella di S. Teodulo, filiale della chiesa di Cergnat (com. Ormont-Dessous) fino alla Riforma, quando O. divenne un com. parrocchiale autonomo. Una cappella della Chiesa libera fu costruita nel 1852, una cappella anglicana nel 1881 e una chiesa catt. nel 1902. Gli alpeggi ad alta quota della catena di Chaussy, organizzati in corporazioni private, possiedono ancora gruppi di chalet antichi (XVII-XVIII sec.). Questa zona fu colpita da rovinose valanghe nel 1749, 1793, 1923 e 1984. Nel XIX sec. le principali attivitÓ economiche erano l'allevamento e il commercio di legna e bestiame. Nel 1856 fu costruito a Le Plan des Isles il Grand H˘tel di Les Diablerets, dando avvio allo sviluppo turistico della stazione. La Soc. pro loco e di utilitÓ pubblica di O. fu fondata nel 1888. L'economia alpestre (21 aziende nel 2008) ha conosciuto un declino; nel 2005 il settore terziario offriva il 72% dei posti di lavoro, principalmente nel turismo.


Bibliografia
– AA. VV., Les Diablerets, Vers-L'Eglise, Ormont-Dessus, 1989
– AA. VV., La vallÚe des Ormonts, 1994

Autrice/Autore: Mary-Claude Busset-Henchoz / frm