Ormont-Dessous

Com. VD, distr. Aigle; (1200: Ormont; 1564: Bas-Ormont; antico nome ted.: Ormund). Situato nella parte centrale della valle della Grande-Eau, comprende i villaggi di Le Sépey e La Forclaz e ampie zone di insediamenti sparsi a Cergnat, Matélon, La Comballaz e Les Voëttes. Pop: 1437 ab. nel 1764, 1689 nel 1798, 1574 nel 1850, 1746 nel 1900, 1237 nel 1950, 884 nel 1970, 1075 nel 2000. I più antichi abitati permanenti sorsero a Le Sépey, La Forclaz e Cergnat, dove si trova la chiesa parrocchiale dedicata a S. Maurizio (attestata nel 1279). Nel ME Aymon de Pontverre costruì un castello sul promontorio di Aigremont (inizio del XIV sec.), distrutto nel 1475. Durante l'ancien régime O., integrato nel mandement di Les Ormonts (1475-1798), poté mantenere la propria raccolta di consuetudini (coutumier), redatta dal 1674. Il com. era diviso in quattro unità amministrative dette seytes: Le Sépey, Cergnat, La Forclaz e Les Voëttes. L'alpeggio della cosiddetta Montagne de Perche, che la gioventù di La Forclaz aveva ottenuto nel 1400 ca., fu sfruttato in maniera comunitaria fino al 1974. Il primo albergo fu aperto nel 1840; le prime forme di turismo termale si svilupparono a La Comballaz nel 1860 ca., quello invernale prese avvio a Les Mosses (slittovia nel 1938, sciovia nel 1951). All'inizio del XXI sec. le principali attività economiche nel com. erano l'agricoltura e la selvicoltura (42 aziende agricole attive nel 2008). Nel 2005 il settore primario offriva il 39% dei posti di lavoro, il terziario quasi il 46% (legati per lo più al turismo).


Bibliografia
– AA. VV., La vallée des Ormonts, 1994
– D. Raymond, Les maisons rurales du canton de Vaud, 2, 2002

Autrice/Autore: Mary-Claude Busset-Henchoz / frm