Someo

Ex comune TI, distretto Vallemaggia, dal 2004 parte del comune di Maggia; (807: Summade; 1335: Somay). Situato sulla sponda sinistra del fiume Maggia, a 20 km ca. da Locarno, comprendeva la frazione di Riveo. Pop: 450 ab. nel 1591, 700 nel 1709, 374 nel 1801, 633 nel 1850, 368 nel 1900, 325 nel 1950, 254 nel 2000. S. Ŕ menz. come vicinanza nel 1335. Sul piano ecclesiastico fece capo a Cevio fino al 1591, quando divenne parrocchia autonoma. La chiesa parrocchiale dei SS. Placido ed Eustachio (menz. nel 1365, ma forse risalente al XIII sec.) fu ricostruita nel 1536 e trasformata a pi¨ riprese tra il XVII e il XIX sec. L'agricoltura (spec. la viticoltura) e la pastorizia (alpe Alzasca) costituivano le principali attivitÓ economiche di S. La realizzazione della linea ferroviaria Locarno-Bignasco (1907-65) diede un notevole impulso all'estrazione della beola (soprattutto a Riveo), ancora praticata all'inizio del XXI sec. Nel 1924 una frana distrusse parte del villaggio, causando dieci vittime. L'emigrazione oltreoceano e successivamente l'esodo verso i centri urbani hanno provocato una costante diminuzione della pop. dalla metÓ del XIX sec. Dal 1967 a S. Ŕ attiva una centrale idroelettrica.


Bibliografia
ISOS TI, 5, 2007, 205-217

Autrice/Autore: Daniela Pauli Falconi