23/05/2007 | segnalazione | PDF | stampare | 

Menzonio

Ex com. TI, distr. Vallemaggia, dal 2004 parte del com. di Lavizzara; (1364: Menzone). Il villaggio Ŕ situato a 732 m su un terrazzo del versante destro della valle Lavizzara. Pop: 315 ab. nel 1669, 149 nel 1795, 177 nel 1850, 190 nel 1900, 128 nel 1950, 70 nel 1990, 73 nel 2000. Fino all'inizio del XV sec. M. e Brontallo formavano un'unica comunitÓ e, con Bignasco e Cavergno, costituivano una vicinanza; in seguito passarono alla giurisdizione della Lavizzara. All'epoca della dominazione sviz. M. era uno dei sette com. della valle. Nel 1513 M. si separ˛ da Cevio e costituý una parrocchia autonoma (con Brontallo fino al 1655). GiÓ attestata nel XV sec., la chiesa dei SS. Giacomo e Filippo reca la data del 1585 e fu riattata nel 1644 e nel 1905. La pop. raggiunse i valori pi¨ elevati nel XVII sec., ma poi diminuý progressivamente, spec. a causa dell'emigrazione verso l'Italia (tra l'altro stallieri a Roma) e in California e in seguito all'esodo verso i centri urbani. L'economia si bas˛ per sec. sulla pastorizia e sulla campicoltura; nel XIX sec. erano presenti una cava di pietra ollare e quattro mulini. La strada carrozzabile che collega M. con il fondovalle fu realizzata nel 1949. Nel 2000 tre quarti della pop. attiva erano pendolari in uscita.


Bibliografia
– M. Signorelli, Storia della Valmaggia, 1972

Autrice/Autore: Daniela Pauli Falconi