No 1

Schilling, Albert

nascita 21.3.1904 Zurigo, morte 30.7.1987 Arlesheim, catt., di Hornussen, Zurigo e Arlesheim. Figlio di Albert, amministratore postale, e di Karolina Benedikta Ott. ∞ (1935) Agnes Bertha Flüeler, figlia di Anton. Dopo le scuole conventuali di Disentis ed Engelberg e studi non conclusi di teol. al seminario di Lucerna, studiò all'Acc. di belle arti di Berlino (1930-32), formandosi come scultore. Nel 1932 aprì un atelier a Zurigo, trasferendosi in seguito a Stans (1939) e ad Arlesheim (dal 1946). Partecipò all'Esposizione universale di Parigi (1937) ed espose alla Kunsthalle di Basilea (1961 e 1974) e alla Biennale di Venezia (1962). Importante innovatore dell'arte sacra, le sue figure tendenti all'astrazione gli valsero notorietà intern. Beneficiò della borsa fed. di belle arti (1935 e 1936) e fu insignito del premio di scultura dell'Ist. liturgico di Roma (1962) e del premio culturale del cant. Basilea Campagna (1974).


Bibliografia
DBAS, 937 sg.
– R. Schilling, J. Seiberth (a cura di), A. Schilling, 2004

Autrice/Autore: Matthias Oberli / cne