No 1

Raggi, Antonio

nascita 1624 Vico Morcote, morte 1.8.1686 Roma, catt., di Vico Morcote. Figlio di Andrea. ∞ (1660/61) Giovanna Francesconi. Si ignora l'iter formativo dello scultore, attivo dal 1645 a Roma, dove lavor˛ con Alessandro Algardi e dal 1647 con Gian Lorenzo Bernini. Tra le numerose opere eseguite per il Bernini figurano il Noli me tangere (1649) nella chiesa dei SS. Domenico e Sisto, il Danubio (1650-51) per la Fontana dei Quattro Fiumi in piazza Navona, la Cathedra Petri in S. Pietro (1657-64) e l'Angelo con la colonna (1668-69) per il ponte Sant'Angelo. R., noto anche come il Lombardo, realizz˛ inoltre varie opere autonome, tra cui il rilievo con la Morte di S. Cecilia (1662-66) in S. Agnese, il rilievo e le statue della cappella Ginnetti in S. Andrea della Valle (1671-81), il ciclo decorativo della chiesa del Ges¨ (1672-79) e la tomba di Lady Jane Cheyne (1671) per la Old Chelsea Church di Londra. Dal 1657 fu membro dell'Acc. di S. Luca. PersonalitÓ di spicco della scultura barocca romana, assimil˛ la lezione di Bernini, che rielabor˛ in uno stile personale, contraddistinto da un modellato elegante e al tempo stesso vigoroso, da figure slanciate e dalle proporzioni allungate, e un drappeggio vibrante e nervoso.


Bibliografia
– R. H. Westin, A. Raggi, 1978
The Dictionary of Art, 25, 1996, 852
DBAS, 849 sg.

Autrice/Autore: Anita Guglielmetti