Sorengo

Com. TI, distr. Lugano; (1189: Sourengo). Situato su un'altura tra il lago di Lugano e il laghetto di Muzzano, il com. comprende le frazioni di Cortivallo e Cremignone. Pop: 163 ab. nel 1748, 156 nel 1791, 179 nel 1850, 337 nel 1900, 591 nel 1950, 1683 nel 1990, 1557 nel 2000. Nel 1189 il capitolo collegiale di S. Lorenzo a Lugano acquisì diritti di decima a S. Nel basso ME vi possedevano beni il monastero di S. Abbondio di Como (dal 1265), il capitolo della cattedrale di Como (menz. nel 1298) e diverse importanti fam., tra cui i Torriani e i Rusca. S. è attestato come com. dal 1298; l'insediamento di Cortivallo beneficiò di una certa autonomia fino al XVIII sec. In alternanza con Lugano e Loreto, S. ospitava il Consiglio generale della Comunità di Lugano e Valle (XVI sec., 1687 e 1696). Sul piano ecclesiastico fece capo alla parrocchia di Lugano, da cui si separò nel 1776. La chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta (documentata nel 1298, ma risalente almeno alla fine dell'XI sec.) fu ampliata tra il 1566 e il 1593 e più volte trasformata (restauri nel 1975-76 e nel 1980-81). Nel 1565 alcuni frati del Bigorio fondarono, accanto alla chiesa, un convento di cappuccini, poi trasferito a Lugano nel 1653 (convento della SS. Trinità). Dagli anni 1950-60 S. si è trasformato da villaggio rurale a com. residenziale della fascia urbana di Lugano. A S. hanno sede l'Opera ticinese per l'assistenza alla fanciullezza (1920), la clinica di S. Anna (1934) e il Franklin College Switzerland (Univ. privata statunitense, 1986). Nel 2005 il settore terziario offriva il 96% ca. dei posti di lavoro nel com.


Bibliografia
– AA. VV., Sorengo 1189-1969, 1969
– A. M. Redaelli, Origine e sviluppo della comunità di Sorengo, 1988
– AA. VV., Sorengo, Cortivallo, Cremignone, 1995

Autrice/Autore: Antonio Gili