No 2

Obrist, Hermann

nascita 27.5.1862 Kilchberg (ZH), morte 26.2.1927 Monaco, rif., di Zollikon. Figlio di Caspar, medico, e di Alice Jane Grant Duff, di una fam. nobile di Eden (Scozia). ∞ (1898) Marie-Luise Lampe, di Lipsia. Nel 1867 la fam. O. si trasferì a San Remo e nel 1870 a Parigi e quello stesso anno rientrò in Svizzera. Dopo la separazione dei genitori, nel 1876 O. si stabilì a Weimar con la madre. Nel 1885-86 studiò scienze naturali e medicina a Heidelberg e compì vari viaggi, durante i quali ebbe alcune visioni che gli rivelarono la sua vocazione artistica. Dopo aver deciso di seguire una formazione in questo campo (1887), frequentò la scuola di arti applicate di Karlsruhe, apprese le diverse tecniche e seguì un apprendistato di ceramica rurale in Turingia. Nel 1889 i suoi mobili e ceramiche furono premiati all'Esposizione universale di Parigi, dove l'anno seguente frequentò la classe di scultura dell'Acc. Julian. Trasferitosi a Berlino nel 1891, si guadagnò da vivere soprattutto quale redattore delle pagine culturali. Grazie alla vendita di un modello di fontana, nel 1892 poté stabilirsi a Firenze, dove aprì con l'artista losannese Berthe Ruchet un atelier di ricami, poi trasferito a Monaco nel 1895 e chiuso nel 1900. In Germania acquisì crescente notorietà con i suoi ricami ornamentali e le sue sculture. Fu tra i fondatori dei Laboratori riuniti per l'arte applicata e si affermò quale esponente del Liberty. Nel 1902 a Monaco fondò con Wilhelm von Debschitz e altri artisti i Laboratori di insegnamento e sperimentazione per l'arte applicata e le belle arti, presso i quali diresse fino al 1904 la sezione di modellatura e scultura. Nel contempo svolse un'intensa attività di pubblicista e conferenziere e curò i contatti con altri artisti, fra cui Vasilij Kandinskij.


Bibliografia
DBAS, 789-791
NDB, 19, 406 sg.
– D. Rinker, Der Münchner Jugendstilkünstler H. Obrist (1862-1927), 2001
H. Obrist, cat. mostra Zurigo, 2009

Autrice/Autore: Annemarie Bucher / ato