13/10/2010 | segnalazione | PDF | stampare

Rivera

Ex com. TI, distr. Lugano, dal 2010 forma con Bironico, Camignolo, Medeglia e Sigirino il com. di Monteceneri; (1296: Sorenzino; 1348: Rivera). Situato nell'alta valle del Vedeggio, R. - formato dalle frazioni di Soresina, Sorencino e Capidogno - sorge lungo l'antica via principale che da Castelseprio presso Varese, attraverso il Monte Ceneri, portava al Lucomagno. Pop: 320 ab. nel 1769, 316 nel 1801, 400 nel 1850, 755 nel 1880, 524 nel 1900, 879 nel 1950, 1415 nel 2000. Sono stati rinvenuti tombe e reperti risalenti all'etÓ del Ferro e all'epoca romana. Nel ME R. fece parte della comunitÓ di valle della Carvina. Nel XIII sec. il capitolo cattedrale di Como possedeva beni a Sorencino, menz. come com. nel 1296. Dal 1678 nella Casa dei landfogti si riunirono i rappresentanti dei 12 cant. prima di recarsi a Lugano. R. dipese dalla parrocchia di Bironico, da cui si separ˛ nel 1754. La chiesa parrocchiale di S. Spirito fu ricostruita nel 1779-93. L'economia del villaggio era basata sull'agricoltura e in particolare sullo sfruttamento di maggenghi e alpeggi. La tradizionale emigrazione fu compensata durante la realizzazione della galleria del Monte Ceneri (1872-82). La costruzione della strada carrozzabile (ultimata nel 1811), della galleria e della stazione ferroviaria favorý lo sviluppo di un nuovo quartiere nella parte pianeggiante del com., dove dagli anni 1960-70 sono in continua crescita le attivitÓ commerciali e industriali. Questa zona, attraversata dall'autostrada (dal 1984), costituisce il limite settentrionale della fascia suburbana luganese. R. ospita tra l'altro la stazione di partenza della funivia del Monte Tamaro (1972), importante attrazione turistica per la regione, e la piazza d'armi del Monte Ceneri. Nel 2005 il settore terziario offriva il 64% dei posti di lavoro a R., il secondario il 34%.


Bibliografia
– F. Zappa, Rivera nella storia, 1988
– G. Chiesi, F. Zappa, Terre della Carvina, 1991

Autrice/Autore: Bernardino Croci Maspoli