Tognola

Fam. della Mesolcina, attestata dalla seconda metà del XV sec. con i fratelli Gaspare e Michele Toniola, muratori di Cremona, stabilitisi a Castaneda. I loro discendenti si trasferirono a Grono, dove ottennero la cittadinanza. Un altro ramo acquisì la cittadinanza di San Vittore nel 1872. Dal XX sec. la fam. ha diramazioni anche a Zurigo e Baden, mentre quella di Verdabbio si è estinta. I T. annoverarono diversi ufficiali del servizio straniero e funzionari pubblici. Giacomo fu capitano al servizio della Repubblica di Venezia e della Francia, podestà a Traona e balivo a Maienfeld (1609-11). Pietro Antonio fu al servizio del re di Polonia, ambasciatore presso il principe elettore di Sassonia (1741) e podestà a Bormio (1757-59). Molti membri della fam. emigrarono in Austria, Germania, Francia e, nel XIX sec., negli Stati Uniti e in Argentina. Si distinse anche Gaspare (1874-1950), autore di Grono, antico com. di Mesolcina. Nel XIX sec. i T. aprirono un birrificio a Grono.


Bibliografia
– C. Santi, Famiglie originarie del Moesano o ivi immigrate, 2001, 154-156

Autrice/Autore: Cesare Santi