05/05/2011 | segnalazione | PDF | stampare | 

Muzzano

Com. TI, distr. Lugano; (1189: Muciano). In posizione sopraelevata sopra il laghetto omonimo, dal 1925 comprende anche il nucleo di Agnuzzo. Pop: 122 ab. nel 1769, 287 nel 1850, 345 nel 1900, 416 nel 1950, 736 nel 2000. Agnuzzo fu centro di una vasta curtis regia, donata nell'819 dall'imperatore Ludovico il Pio al clero di Como e divenuta proprietÓ dell'abbazia di S. Abbondio di Como nel corso dell'XI sec. Beni e diritti dell'abbazia vennero ceduti al com. e a privati nel 1579. M. dipese dalla pieve di Agno fino al 1735, quando divenne parrocchia autonoma. La chiesa parrocchiale dell'Annunciazione risale alla metÓ del XVI sec. ca., la cappella di S. Andrea ad Agnuzzo Ŕ menz. la prima volta nel 1208. Terra di origine di numerose maestranze edili, attive in particolare nella stuccatura, il villaggio visse di allevamento (baco da seta), campicoltura e viticoltura. Nella zona pianeggiante (Mulini di Biogno), sulla sponda sinistra del Vedeggio, si Ŕ sviluppata dagli ultimi decenni del XX sec. una zona industriale; la parte collinare Ŕ caratterizzata da insediamenti residenziali. Il laghetto di M., biotopo protetto, dal 1945 Ŕ proprietÓ di Pro Natura. A M. hanno avuto luogo due importanti esperienze pedagogiche, quella del canonico Alberto Lamoni (1827) e quella della scuola serena di Maria Boschetti-Alberti (1917-24). Nel 2000 ca. tre quarti della pop. attiva erano pendolari in uscita.


Bibliografia
– S. Vassere, G. M. Staffieri (a cura di), Muzzano, 1998
ISOS TI, 2.2, 2006, 343-350

Autrice/Autore: Bernardino Croci Maspoli