• <b>Zollikofen</b><br>Il castello di Reichenbach nei pressi di Zollikofen; acquerello realizzato nel 1669 da  Albrecht Kauw (Bernisches Historisches Museum) © Foto Stefan Rebsamen. La tenuta, che appartenne alla famiglia von Erlach fino alla prima metà del XVI secolo, è rappresentata nello stato precedente le trasformazioni effettuate dal 1685 dal nuovo proprietario Beat Fischer von Reichenbach.

Zollikofen

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Com. BE, distr. Berna, circoscrizione amministrativa Berna-Mittelland; (1257: Zollinchoven). Parte dell'agglomerato di Berna, situato sui terrazzi sopra l'ansa dell'Aar a nord della città, comprende il villaggio di Z. (nato dalle località un tempo distinte di Unterzollikofen e Oberzollikofen), delle frazioni, gruppi di fattorie e fattorie isolate. Pop: 255 ab. nel 1764, 575 nel 1798, 1045 nel 1850, 1609 nel 1900, 3453 nel 1950, 6237 nel 1960, 8717 nel 1980, 9437 nel 2000.

<b>Zollikofen</b><br>Il castello di Reichenbach nei pressi di Zollikofen; acquerello realizzato nel 1669 da  Albrecht Kauw (Bernisches Historisches Museum) © Foto Stefan Rebsamen.<BR/>La tenuta, che appartenne alla famiglia von Erlach fino alla prima metà del XVI secolo, è rappresentata nello stato precedente le trasformazioni effettuate dal 1685 dal nuovo proprietario Beat Fischer von Reichenbach.<BR/>
Il castello di Reichenbach nei pressi di Zollikofen; acquerello realizzato nel 1669 da Albrecht Kauw (Bernisches Historisches Museum) © Foto Stefan Rebsamen.
(...)

Nei pressi del guado dell'Aar (sito frequentato già in epoca preistorica tra la penisola di Enge e Reichenbach) sono stati rinvenuti tombe dell'età del Bronzo (Bernstrasse) e resti di insediamenti di epoca romana (presso il traghetto di Reichenbach, a Steinibach). In origine Z. faceva parte della baronia medievale di Bremgarten, divisa in due verso la fine del XIII sec. con la vendita tra gli altri di Z., Bühlikofen e Reichenbach. Ampliando i suoi possedimenti tramite acquisizioni, tra il 1312 e il 1346 il cavaliere Rudolf von Erlach creò la signoria giurisdizionale (Twingherrschaft) di Reichenbach, comprendente l'odierno territorio com. di Z.; inoltre fece costruire la fortezza circondata da mura sulle rive dell'Aar. Fino al 1530 la signoria appartenne alla fam. von Erlach, poi per brevi periodi si succedettero diverse fam. cittadine di Berna. Nel 1683 passò a Beat Fischer, appaltatore delle poste bernesi, che sostituì la fortezza con un castello in stile barocco. Anche altri patrizi bernesi avevano la loro residenza di campagna a Z. La signoria di Reichenbach dipendeva dal langraviato di Borgogna (dapprima dei von Kyburg, dal 1406 di Berna) e formava una parte della giurisdizione (Landgericht) di Z., la quale si estendeva lungo la riva destra dell'ansa dell'Aar fino alla Emme; Z. era sede del tribunale. Sotto il governo bernese la giustizia e gli affari militari erano amministrati dall'alfiere della corporazione dei conciatori. La signoria giurisdizionale fu soppressa nel 1798. Sul piano ecclesiastico Z. fece capo a Bremgarten; divenne autonomo solo nel 1940, dopo la costruzione della chiesa rif. (1938-39). Il tempio mormone risale al 1955, la chiesa catt. di S. Francesco al 1958-59. Fino a 1830 ca. il paesaggio era caratterizzato da piccoli insediamenti (Oberzollikofen, Unterzollikofen), da gruppi di fattorie (tra cui le tenute di Bühlikofen, Waldegg, Tannengut e Reichenbach) e dalle strutture agrarie (campicoltura e beni comuni, in parte divisi nel XVII sec.). Arti e mestieri si concentravano a Graben (locanda, mulino, impianti per la concia e la follatura), Reichenbach (locanda, birreria, mulini) e Oberzollikofen (fucina, fabbrica di laterizi). La scuola agraria aperta a Rütti nel XIX sec. esisteva ancora nel XXI sec. Con le strade e le ferrovie costruite dalla metà del XIX sec. Z. divenne una località di transito. La linea tranviaria Berna-Z. (1912; Soletta-Z.-Berna dal 1921 al 1974) acquisì importanza per i pendolari dopo il 1945. All'inizio del XXI sec. Z. era collegato a Berna con due linee dei trasporti regionali Berna-Soletta. L'aumento demografico si intensificò negli anni 1950-60, accompagnato dal boom edilizio lungo la Bernstrasse e, negli anni 1960-70, dai nuovi quartieri di Schweizerhubel, Klaymatte e Häberlimatte. Dal 1964 Z. dispone di un consiglio com. di 40 membri. La casa per anziani data del 1975.


Bibliografia
– AA. VV., Zollikofen, 1991
– R. Walker, Bauinventar der Gemeinde Zollikofen, 2004

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / cne