03/07/2008 | segnalazione | PDF | stampare

Mugena

Ex com. TI, distr. Lugano, dal 2005 parte del com. di Alto Malcantone; (1214: Megiadina; 1270: Migena). Pop: 180 ab. nel 1599, 108 nel 1801, 175 nel 1850, 157 nel 1900, 150 nel 1950, 141 nel 2000. Un ritrovamento casuale e isolato ha permesso di portare alla luce una tomba romana a cremazione. In epoca medievale possedeva beni a M. il capitolo di Como, che esercitava il diritto di decima e deteneva il diritto su metÓ dell'alpeggio di Nisciora. Alcune pergamene menz. un castrum, probabilmente una caneva (deposito), ma la sua identificazione resta controversa. Nel XIII sec. M. fece parte della "valle d'Arosio" (alta valle della Magliasina), circoscrizione economico-amministrativa che comprendeva Arosio, Breno, Cademario, M., Tortoglio e Vezio. La chiesa parrocchiale di S. Agata Ŕ documentata dal 1361. Restaurata nel 1636, quando M. fu eretta per separazione da Breno a viceparrocchia, fu completamente riedificata alla fine del XVII sec.; al suo interno sono conservati pregevoli stucchi settecenteschi. Il villaggio ha mantenuto integra la sua identitÓ rurale; dedito nel passato all'agricoltura e alla pastorizia (monti S. Maria e Cervello), all'inizio del XXI sec. Ŕ caratterizzato da un forte pendolarismo verso il fondovalle e Lugano.


Bibliografia
– V. Chiesa, Lineamenti storici del Malcantone, 1961

Autrice/Autore: Bernardino Croci Maspoli