10/12/2008 | segnalazione | PDF | stampare

Montagnola

Ex com. TI, distr. Lugano; dal 2004 forma, con Agra e Gentilino, il com. di Collina d'Oro; (1226: Montegnola). Composto da numerose frazioni, il vasto territorio di M. comprende la fascia mediana della Collina d'Oro, dal golfo di Agno al Pian Scairolo. Pop: 551 ab. nel 1850, 678 nel 1900, 930 nel 1950, 1646 nel 1980, 2092 nel 2000. La riunione dei beni del monastero di S. Abbondio di Como port˛ probabilmente alla creazione del Concilium Sancti Abundii (1335) comprendente Gentilino e M. con le frazioni di Viglio, Orino, Arasio, Certenago, Poporino, Barca e Scairolo. Un inventario dello stesso monastero attesta la presenza di una fortezza ad Arasio, forse al centro di una castellanza che coincideva con il Concilium. M. fa parte della parrocchia di S. Abbondio di Gentilino. La cappella dei SS. Nazaro e Celso e quella di S. Silvestro (Arasio) sono menz. per la prima volta nel 1442 e nel 1270. Le tradizionali attivitÓ agricole furono affiancate dall'emigrazione in tutta Europa (in particolare in Russia) di architetti e maestranze edili (fam. Gilardi, Lucchini, Berra e Camuzzi), che acquisirono spesso grande notorietÓ e realizzarono opere di prestigio. Grazie al clima e all'ubicazione favorevoli, la localitÓ ha richiamato illustri personalitÓ straniere, tra cui lo scrittore Hermann Hesse; un museo a lui dedicato Ŕ stato inaugurato a M. nel 1997. Sede per alcuni anni (1923-27) della prestigiosa officina tipografica di Giovanni Mardersteig (Officina Bodoni), dal 1956 M. ospita una scuola intern. (The American School in Switzerland), nel 2006 frequentata da ca. 450 studenti di varie nazionalitÓ. Anche per la vicinanza a Lugano, l'abitato oggi costituisce una sorta di estrema periferia di lussuosa edilizia residenziale della cittÓ.


Bibliografia
– M. Agliati, A. M. Redaelli, Storia e storie della Collina d'Oro, 2 voll., 1977-1978

Autrice/Autore: Bernardino Croci Maspoli